Virtual coach: l'ultima frontiera degli operatori del fitness

Scritto da Sandro Roberto e Viviana Fabozzi

UN NUOVO CORSO DI FORMAZIONE AL PASSO CON L’ERA DEL DIGITALE. ALTE COMPETENZE TECNICHE E INNOVATIVE TECNICHE DI COMUNICAZIONE PER DIVENTARE “VIRTUAL COACH” DI SUCCESSO

Il mondo del fitness è cambiato a livello globale e con esso si è rivoluzionata l’attività di istruttori e personal trainer. Molti operatori del settore hanno infatti dovuto “abbracciare” la tecnologia per continuare a mantenere i contatti con i loro clienti, a coinvolgerli e motivarli per rimanere fidelizzati.

Tanti sono stati i nuovi servizi offerti in formato digitale e tanti gli aggiornamenti e gli ampliamenti della loro offerta. Allo stesso tempo i principali utenti dei servizi di fitness on line hanno dovuto modificare le loro abitudini e adeguare il loro stile di vita per poter seguire servizi legati al fitness e alla salute in formato digitale.

Più di un miliardo di persone, nel mondo, ha utilizzato fitness tracker e applicazioni di settore senza contare gli smartwatch utilizzati da altre centinaia di milioni di individui.

Questo fenomeno, insieme ad altri fenomeni ad esso sinergici sintetizzabili con le “parole chiave” digitale, virtuale, in qualsiasi momento, ovunque, on demand ecc., fa ben intendere come la tecnologia stia influenzando e, al contempo, ampliando il mercato del fitness e della salute. Esattamente come accaduto in altri settori, la tecnologia continuerà a cambiare il mondo del fitness ed a trasformarlo e a migliorarlo perché consentirà agli operatori di raggiungere un numero di persone di gran lunga superiore rispetto a quello raggiungibile in passato.

La tecnologia diventa in tal senso una forte ed importante alleata dei Club e dei loro operatori. Ed è da questa potente valutazione che nasce in FIF Academy un corso creato ad hoc per trasformare il Personal Trainer e l’Istruttore in un Virtual Coach di successo. Un corso che ha lo scopo di incrementare non solo le competenze tecniche ma soprattutto le competenze riguardanti: social media marketing, personal branding, business strategies, digital communication.

Per comprendere al meglio perché diventare virtual coach analizziamo alcune tendenze del mercato on line in relazione al mondo del fitness e del wellness.


L’IMPORTANZA DEL PERSONAL BRANDING

Prima di parlare di personal branding, ci salta alla mente una domanda forse banale, ma che al tempo stesso troviamo essenziale per potersi approcciare al personal branding in modo consapevole. E la domanda alla quale bisogna saper rispondere per poter partire con il piede giusto è: Chi sono io? Per poter attuare una qualunque strategia di marketing, per poter acquisire autorevolezza e costruirci una reputazione, è importante essere consapevoli di sé e della propria identità. Ma soprattutto è fondamentale capire come e cosa comunichiamo di noi stessi agli altri: se non sai esattamente chi sei e dove vuoi andare, come pensi che gli altri ti possano conoscere?

Non possiamo esimerci dal non comunicare agli altri i nostri tratti distintivi perché come disse il filosofo danese Søren Kierkegaard: “la scelta di non scegliere è comunque una scelta”; quindi non comunicare è di per sé comunicazione.

Per potersi costruire dunque una reputazione e per poter diventare esperti del settore bisogna “costruirsi” una immagine di sé che rispecchi esattamente chi sono in modo da poterlo comunicare al mondo esterno. Ciò che sono deve rispecchiare ciò che faccio in modo da non creare contrasto e incoerenza. Il personal branding dunque dovrà rispondere a diverse domande:

1. chi sono?
2. qual è il mio target?
3. cosa voglio comunicare?

Rispondendo in modo chiaro e sincero a queste domande ognuno di noi inizia a trovare la propria strada e rispettandola senza cambiare rotta ci darà la possibilità di costruire il personal branding. Una volta consolidata poi la propria immagine si potrà sviluppare in maniera più approfondita il messaggio differenziante e sviluppare il proprio payoff. Il payoff è una sorta di slogan. La Nike ad esempio ha come payoff la frase “Just do it” semplicemente “fallo” inteso come “allenati”. Riteniamo il personal branding fondamentale per ogni professionista che vuole spiccare più degli altri e guadagnarsi la sua fetta sul mercato oltre che diventare una vera e propria autorità nel settore fitness.


L’IMPORTANZA DEI SOCIAL MEDIA

Mai come oggi i social media sono diventati così importanti, anzi riteniamo siano fondamentali per diversi aspetti. In primo luogo in quanto ci aiutano a comunicare ciò che siamo e ciò che facciamo. Se utilizzati nella maniera corretta ci aiutano a sviluppare il personal brending e a comunicare il nostro messaggio differenziante. In secondo luogo perché all’interno dei social navigano milioni e milioni di persone. Grazie ad essi possiamo costruirci la nostra fortuna.

Fino a qualche tempo fa, prima che vivessimo l’emergenza sanitaria, grazie ai social la maggior parte dei professionisti e delle aziende di ogni settore hanno deciso di “trasferirsi” sui social integrando le pubblicità offline e le sponsorizzate sui motori di ricerca. Si è capito che grazie ad una giusta targetizzazione e geolocalizzazione è possibile impattare su milioni di persone e trovare in questo modo il cliente “ideale”. Nel nostro settore, il fitness ha avuto un riscontro notevole andando nella direzione del “virtuale”. Sempre più trainer e personal trainer utilizzano i social per poter comunicare il loro messaggio. Ad oggi però c’è ancora una buona fetta di trainer che “non” li utilizza nella maniera corretta. Mettersi in mostra esaltando alla platea quanto si è forti e bravi non aiuta, anzi allontana le persone e crea un distacco tale da evitarvi il primo contatto. Si dovrebbe invece utilizzarli sviluppando l’infomarketing. Questo sistema serve a nutrire i vostri follower affinché essi abbiano sempre più fiducia verso di voi e le vostre competenze. Come si sviluppa un buon infomarketing? Semplicemente spiegando come potreste risolvere un determinato problema attraverso le vostre competenze. Parlate di quello, date sempre dei consigli utili “ready to use”. In un secondo momento si possono abbinare all’infomarketing anche le vostre “qualità fisiche”.

I social dunque sono un’arma potentissima per sviluppare da un lato il vostro business e dall’altro farvi diventare un professionista stimato del settore. Attenzione però ad utilizzarli nella maniera corretta, altrimenti il rischio è di essere uno tra migliaia.


IL VALORE DEL FATTORE UMANO

Tutto ciò che è genuinamente umano possiede senza dubbio un valore aggiunto. La sola tecnologia non è in grado di potenziare la soddisfazione di bisogni legati alla connessione sociale, alla fiducia, all’empatia, alle emozioni o alla motivazione. A tale scopo è necessario rinnovare le nostre capacità comunicative per trasformarci inveri e propri professionisti prima di tutto “appassionati”, poi “talentuosi” e infine “competenti”. Nel periodo pandemico le relazioni umane hanno subito l’innalzarsi di grandi barriere e oggi più che mai sono apprezzate e domani lo saranno ancora di più. Il virtual coach di successo sarà colui che porrà il valore umano al centro del proprio modello di business. Sarà suo dovere conoscere la personalità di ogni singolo cliente, essere in grado di ascoltarlo realmente, abbracciando il suo punto di vista e osservando il modo con i suoi occhi. Una strategia utile a tale scopo può ad esempio consistere in una sorta di “talk open day” (on line oppure in presenza) in cui accogliere i nostri clienti fidelizzati e creare degli incontri personalizzati per rinforzare il nostro rapporto rivalutando i loro desideri e bisogni profondi.


L’IMPORTANZA DI POTENZIARE I DISPOSITIVI UTILIZZATI DAI CLIENTI E DAI TRAINER

I dispositivi maggiormente utilizzati dai nostri utenti sono certamente smartphone, tablet e PC. Per essere efficaci nell’erogazione dei nostri servizi on line, i contenuti proposti dovranno essere adatti ai diversi dispositivi: più descrittivi e dettagliati quelli destinati a tablet e PC, mentre quelli destinati al mobile potranno essere più informativi sui dati dell’allenamento o su eventuali aggiornamenti flash. Ne consegue che ogni strumento tecnologico necessita di una specifica grafica e contenuti strutturati ad hoc. Tra i dispositivi più utilizzati dal Virtual coach certamente il Pc è al primo posto. Tuttavia per un espletamento qualitativamente professionale dei servizi on line riguardanti il settore fitness e wellness l’utilizzo del solo PC, seppur di ultima generazione è particolarmente limitante. Al fine di ottenere una buona qualità nella riproduzione della nostra immagine e della nostra voce durante le lezioni di gruppo e/o le consulenze one to one sarà necessario integrare strumenti come una lampada a diffusione led, un radiomicrofono ad archetto oppure cuffie wifi o bluetooth. L’alta professionalità tecnica non può rischiare di essere depotenziata da una bassa definizione dei nostri video siano essi live oppure on demand.


CONCLUSIONI

Abbiamo parlato di personal branding, di social, dell’importanza del valore umano e dell’interfacciarsi con i dispositivi mobili. Tutto questo cambiamento viene vissuto con preoccupazione e stress in quanto nel nostro settore specifico, il cambiamento è notevole. Si passa dal contatto fisico alla comunicazione virtuale. Molti vedono il bicchiere mezzo vuoto senza cogliere le reali opportunità. Riteniamo che ogni fase di cambiamento, ogni difficoltà che ci si presenti davanti sia una vera e propria opportunità per potersi migliorare sia sotto l’aspetto umano che professionale. Con gli strumenti, le strategie e lo studio tutto ciò è possibile. All’interno del corso di Virtual Coach nulla verrà lasciato al caso: verranno forniti tutti gli strumenti per poter operare online, verrano spiegate e implementate tutte le strategie in modo da cucire addosso ad ognuno di voi il miglior sistema per poter diventare un professionista nel settore ed esser visto come una autorità indiscussa. Ciò che ancora oggi viene vista come una difficoltà, può diventare una vera opportunità per incrementare il lavoro ed avere l’agenda sempre piena. La prima edizione del corso avverrà in formato live con la possibilità di una interazione diretta con i docenti durante lo svolgimento della didattica a distanza, in seconda battuta sarà disponibile in formato on line sulla nostra piattaforma e-learning. Tale soluzione didattica prevederà degli incontri di tutoraggio per specifici moduli, con date predefinite. La struttura del corso si articola in 6 moduli monotematici e un settimo modulo dedicato ad una review generale e allo svolgimento dell’esame teorico-pratico; ogni modulo monotematico fornirà gli strumenti e le strategie applicabili sin da subito in modo da iniziare a provare e testare la vostra migliore strategia. Questo darà la possibilità ad ognuno di voi di interagire direttamente con noi docenti durante il corso affinché si possano risolvere da subito i dubbi e corregge il tiro laddove ci siano errori. Ci vediamo al corso di Virtual Coach per questa nuova avventura che di certo porterà i suoi innumerevoli frutti!

Letto 195 volte
Altri articoli in questa categoria: « Pilates e functional training integration

Lascia un commento

Verifica che tutti i dati nei campi con (*) siano inseriti. Non è permesso l'inserimento di codice HTML.