Mercoledì, 23 October 2019 12:00

La comunicazione ideale per una efficace autopromozione del PT

Scritto da Viviana Fabozzi
Vota questo articolo
(1 Vote)

Considerazioni generali

Quando si parla di comunicazione in generale si fa riferimento al concetto di mettere in comune qualcosa, trasferire ad altri le proprie competenze e i l proprio sapere. Il comunicatore è chi cerca di influenzare, convincere o persuadere chi lo ascolta attraverso le varie modalità comunicative disponibili. La comunicazione è insita nell'essere umano e nel suo bisogno di connettersi con gli altri, un bisogno che si manifesta fin dalla nascita con il pianto e la gestualità permettendo al bambino di relazionarsi con la madre e con il mondo esterno: dal modo, dal tono, e dalla persistenza del pianto, il bambino può risultare più o meno convincente nel richiamare le attenzioni del genitore.

Essere buoni comunicatori può fare una gran differenza in tutti i ruoli e più che mai per la figura del Personal Trainer.

La comunicazione, attraverso la sua espressione verbale e ancor più non verbale e paraverbale, investe ogni ambito che ci riguarda e ricopre un ruolo fondamentale per far conoscere la proria personalità e la propria attività professionale. Più è importante il messaggio che si vuole comunicare, più si desidera la sua diffusione o che possa sortire un effetto, tanto più occorre usare linguaggi convenzionali, comprensibili a tutti o perlomeno al nostro target di riferimento. La conquista di un nuovo cliente implica un processo di seduzione operato attraverso una comunicazione efficace, l'organizzazione di apposite iniziative professionali, e implica un impegno in prima persona nella buona riuscita, nella creazione di uno stile esclusivo che permetta di essere immediatamente riconoscibili e di distinguersi dalla massa, spingendosi a creare un tale grado di sintonia ed empatia per il quale il mittente del messaggio assume un profilo analogo a quello dei potenziali clienti.

 

Consigli per una comunicazione efficace

Una comunicazione efficace ai fini del risultato si compone perciò di diverse funzioni; tra le principali distinguiamo:
fatica: relativa all'impegno profuso nel presentare in modo efficace la rappresentazione del messaggio o lo stabilirsi di un contatto
poetica: relativa all'enfasi del contesto comunicativo
conativa: intesa come l'intento del mittente di conquistare il destinatario
espressiva: relativa all'abilità del mittente di trasmettere in modo forte il proprio valore e il proprio stile

Nella necessità di comunicare un messaggio, tanto più se di tipo promozionale finalizzato all'acquisizione di nuovi clienti, è fondamentale verificare l'adeguatezza del messaggio e delle modalità con cui lo si trasferisce. A tale fine, diverse fonti specializzate nella comunicazione suggeriscono di creare una griglia di domande da porre a se stessi e alle quali è altrettanto importante dare delle risposte per procedere ad una specifica autocritica: verificare l'efficacia della propria comunicazione per evitare eventuali insuccessi e per valutare quali errori possono aver portato ad un mancato risultato.

Ecco alcune domande:
• Quale parte di me, o delle mie competenze, voglio esporre al fine di sedurre il cliente? E a quale tipo di cliente voglio rivolgere il mio messaggio? E soprattutto lo sto comunicando in modo efficace?
• Cosa voglio ottenere attraverso questa seduzione?
• La mia comunicazione è chiara? Il modo in cui mi espongo è coerente con l'immagine di me che voglio fornire di me?
• Il mio messaggio è adeguato per indurre i comportamenti che desidero?

 

L'auto promozione del PT

E' necessario a questo punto definire il ruolo del Personal Trainer. Il Pt è a tutti gli effetti una piccola agenzia di servizi che eroga programmi di allenamento con l'obiettivo di cambiare il proprio stile di vita delle persone e migliorare il loro benessere psico-fisico.

Il modello di business di un PT si traduce in un numero definito di sedute di allenamento da erogare ogni giorno, condizione che comporta aver prima venduto una serie di programmi personalizzati ad un determinato numero di clienti.

Il processo logico-organizzativo di un efficace piano di business prevede che il Personal Trainer:
• pianifichi le strategie più giuste per il raggiungimento dei propri obiettivi professionali;
• approfondisca le proprie competenze attraverso lo studio e l'aggiornamento tecnico delle materie inerenti la sua professione;
• promuova efficacemente la sua attività per stimolare nuovi potenziali clienti alla scelta dei sui “servizi”.

 

I punti principali per una autopromozione d'effetto

1. ricercare contatti definendo il bacino d'utenza a cui si desidera rivolgere il proprio servizio di personal training: si intende persone potenzialmente interessate a servizi riferiti al proprio benessere e al mantenimento di un buon stato di salute.
Due sono le domande da porsi:
- A chi è rivolto il servizio che voglio erogare?
- Dove si trovano queste persone?

2. Scegliere come comunicare al cliente: è fondamentale la ricerca e l’organizzazione di strumenti di comunicazione utili a raggiungere le persone individuate nel bacino d’utenza e definire l’impostazione di una efficace comunicazione che permetta l’interessamento al servizio che si vuole proporre.

3. Definire la presentazione del servizio: stabilire quelle strategie che permettono al Personal Trainer di poter presentare il suo servizio, iniziando così il processo che induce all'acquisto. Una strategia estremamente indicata per le caratteristiche specifiche del servizio di personal training è il tryvertising (try = provare e advertising = pubblicità): si tratta di un meccanismo di promozione che permette al potenziale cliente di testare il servizio permettendo al PT di entrare in contatto diretto con clui/lei, di svolgere un’analisi approfondita delle sue esigenze per comprendere i reali bisogni e di presentare un programma di allenamento utile a motivare la necessità di proseguire in un percorso specifico.

4. Organizzare servizi promozionali: significa definire quando, come e cosa viene proposto ai potenziali clienti. Un primo esempio di servizio promozionale è la cosiddetta “Free Session”, una lezione gratuita in cui il personal trainer investe una quantità di tempo definita per espletare tutto il processo di presentazione del servizio e il ciclo di vendita (prospect). Un altro esempio di servizio promozionale è il “Promo Pack”, in tal caso si tratta di sedute brevi organizzate in diversi appuntamenti e proposte ad un valore promozionale, più basso rispetto al prezzo di listino. Un vero e proprio un servizio di try & buy che rende estremamente efficace lo sviluppo di vendita.

5. Pianificare la propria agenda ideale: è fondamentale per il Personal Trainer pianificare attentamente la propria agenda e prevedere costantemente una quantità di tempo dedicata alla promozione.

Sintetizzando il nostro articolo possiamo concludere che uno spiccato spirito imprenditoriale, la conoscenza ed applicazione di strategie di comunicazione e promozione e, non ultima, una pianificazione adeguata della propria agenda lavorativa, sono elementi essenziali che permettono al Personal Trainer di avere una garanzia di sostenibilità a crescita della propria professione.  

 


PER LA TUA FORMAZIONE ABBIAMO SELEZIONATO QUESTI CORSI: 

Letto 306 volte Utima modifica effettuata Mercoledì, 23 October 2019 10:50

Lascia un commento

Verifica che tutti i dati nei campi con (*) siano inseriti. Non è permesso l'inserimento di codice HTML.

51.254.197.122