L’evoluzione tecnico-prestativa del functional training e i nuovi requisiti d’esame FIF Academy

Scritto da Luca Dalseno

L’ALLENAMENTO FUNZIONALE SI COLLOCA TRA I SETTORI PIÙ IMPORTANTI NELLA RICERCA DEL BENESSERE, DELLA FORMA FISICA E DELLA PERFORMANCE

Ciao a tutti ragazzi, dopo quasi 15 anni di pratica relativa al settore Functional Training e circa10 di insegnamento, mi ritrovo a pensare quale sia la situazione al giorno d’oggi di questa attività. Credo ormai sia chiaro che tutti i detrattori che in passato cercavano di far passare questo movimento come una moda passeggera, oggi si siano ricreduti, almeno lo spero. Detto questo però vorrei che tutto ciò che verrà fatto d’ora in poi segua l’evoluzione tecnica che il settore sta avendo, per evitare che questi che ho chiamato detrattori non riprendano fiato in futuro. Il Functional Training è inutile nasconderlo, ha avuto sicuramente uno slancio mediatico grazie al Cross Training e tutte le sue svariate sfumature. Di questo non si può certo non tenerne conto, tuttavia bisogna continuare ad analizzare questa disciplina a 360°, perché è solo dandole questo appellativo che la si può studiare, applicare ed insegnare in modo corretto. Il Functional Training può e DEVE essere praticato da tutte le persone che si avvicinano al mondo del fitness per ricercare il proprio benessere, una finalità estetica o prestativo/atletica. Nei corsi di formazione della FIF spieghiamo chiaramente questi concetti, partiamo infatti dalla mobilità articolare e flessibilità, spiegando che sono FONDAMENTALI per la pratica del Functional Training e che solo curandoli e migliorandoli possiamo pensare di spingerci oltre a livello prestativo.

Detto questo però poi viene la parte pratica, quella per cui un ISTRUTTORE, l’ho evidenziato perché non sto parlando di un semplice praticante, ma di chi questa disciplina deve insegnarla, non può non essere credibile e tecnico nel gesto atletico. Per insegnare bisogna studiare, praticare, sbagliare, riprovare e sbagliare ancora… Ma serve tenacia e forza di volontà. Il tutto e subito NON appartiene, né adesso né mai, al settore del Functional Training. Questo concetto vorrei che venisse spiegato dai nostri istruttori ai loro allievi, e ciò può essere fatto solo se l’istruttore ha seguito lo stesso percorso.

Personalmente ad ogni corso continuo a ripetere questa frase: “Il mio compito è mandarvi a casa alla fine del corso con qualche dubbio, e non solo con certezze…” Che letta così sembra un controsenso, invece deve essere interpretata proprio così: se gli esercizi del Functional sono insegnati in modo corretto non sono per niente semplici da eseguire, anzi. Una delle discriminanti per far percepire l’esatta tecnica necessaria per quel determinato esercizio, è il carico utilizzato. Diciamocela tutta ragazzi, io non posso più accettare di vedere corsi in cui si fa il Power Clean (tanto per citarne uno) con il bilanciere della “Barbie” e 2 dischi grandi come 2 CD a fare da sovraccarico. Per favore, almeno che si abbia la decenza di non chiamare questa roba Functional! Chi si forma con noi il diploma se lo deve guadagnare e sudare. Per questo motivo anche le modalità di esame nel corso degli anni hanno subito modifiche, proporzionalmente allo sviluppo e alla crescita del settore. è per tutto ciò che vi ho scritto che dai prossimi corsi di Functional Training l’esame che darà diritto al diploma di Istruttore federale subirà una modifica rispetto al precedente. Analizziamo insieme in modo dettagliato le principali modifiche.

I 5 ESERCIZI CARDINE
Ad ogni candidato saranno richieste le esecuzioni di 5 esercizi Cardine più una domanda su un argomento a discrezione del docente.

I 5 esercizi saranno:
1. Barbell Deadlifts
2. Barbell Front Squats
3. Barbell Power Cleans
4. Two hands Kettlebell Swings
5. Bodyweight Push ups

Ad ogni singola prova verrà attribuita una specifica valutazione tecnica in relazione alla qualità esecutiva, range di movimento, mobilità e carico utilizzato. La somma delle valutazioni attribuite ai 5 esercizi rappresenta la valutazione finale del candidato.

I REQUISITI TECNICI DEI 5 ESERCIZI CARDINE

1. Barbell Deadlift
In questa prova sarà richiesta l’esecuzione con tecnica perfetta di 10 reps, a doppia presa prona. La variabile sarà rappresentata dalla scelta, assolutamente soggettiva, del carico da utilizzare. Ad ogni carico corrisponde un punteggio, da un voto minimo di 1 ad un voto massimo di 5. Il punteggio sarà assegnato in funzione del carico utilizzato ed esclusivamente se padroneggiato con una tecnica esecutiva perfetta. Per gli uomini si partirà da un minimo di 40Kg totali (1 punto), oppure 50Kg totali (2 punti), 60Kg totali (3 punti), 70Kg totali (4 punti), 80Kg totali (5 punti). Per le donne i carichi selezionabili saranno: 25Kg totali (1 punto), 30Kg (2 punti), 35Kg (3 punti), 40Kg (4 punti), 45Kg (5 punti).

2. Barbell Front Squat
In questa prova sarà richiesta l’esecuzione di 5 reps. La modalità di assegnazione punteggio sarà la medesima del Deadlift appena analizzata. Per gli uomini si partirà da un minimo di 40Kg totali (1 punto), oppure 50Kg totali (2 punti), 60Kg totali (3 punti), 70Kg totali (4 punti), 80Kg totali (5 punti). Per le donne i carichi selezionabili saranno: 25Kg totali (1 punto), 30Kg (2 punti), 35Kg (3 punti), 40Kg (4 punti), 45Kg (5 punti). Il punteggio massimo sarà raggiunto solo dopo aver completato tutte le 5 le ripetizioni con una tecnica esecutiva perfetta.

3. Barbell Power Clean
In questa prova sarà richiesta l’esecuzione di 5 reps. Per gli uomini si partirà da un minimo di 40Kg totali (1 punto), oppure 45Kg totali (2 punti), 50Kg totali (3 punti), 55Kg totali (4 punti), 60Kg totali (5 punti). Per le donne i carichi selezionabili saranno: 20Kg totali (1 punto), 25Kg (2 punti), 30Kg (3 punti), 35Kg (4 punti), 40Kg (5 punti). Il punteggio massimo sarà raggiunto solo dopo aver completato tutte le 5 le ripetizioni con una tecnica esecutiva perfetta.

4. 2 Hands Kettlebell Swing
In questa prova sarà richiesta l’esecuzione di 10 reps. Il carico da utilizzare sarà già assegnato (24kg per gli uomini / 20kg per le donne). Il punteggio massimo sarà raggiunto solo dopo aver completato tutte e 10 le ripetizioni con una tecnica esecutiva perfetta. Tutte le altre esecuzioni che non presenteranno una tecnica impeccabile, ma comunque ritenuta sufficiente, e/o tutte le prove terminate senza aver completato le 10 ripetizioni verranno penalizzate (da 1 a 4 punti di penalità).

5. Bodyweight Push up
In questa prova sarà richiesta l’esecuzione di 15 reps per gli uomini e 8 reps per le donne. Il punteggio massimo sarà raggiunto solo dopo aver completato le ripetizioni richieste con una tecnica esecutiva perfetta. Tutte le altre esecuzioni che non presenteranno una tecnica impeccabile, ma comunque ritenuta sufficiente, e/o tutte le prove terminate senza aver completato tutte le ripetizioni verranno penalizzate (da 1 a 4 punti di penalità).

6. Domanda su argomento a piacere del docente
In questa sezione dell’esame sarà valutata la capacità espositiva del candidato, che dovrà dimostrare di aver appreso i contenuti principali relativi all’argomento richiesto e nel contempo la propensione didattica all’insegnamento ad una ipotetica classe o cliente singolo.

A tutti i candidati che non avranno mostrato una tecnica esecutiva ritenuta almeno sufficiente e/o capacità espositive idonee all’insegnamento verrà annullata la prova e sarà richiesto l’invio di un video da inviare entro 60 gg dalla data dell’esame direttamente al docente responsabile del corso che provvederà a riesaminare la prova. Solo al raggiungimento di una performance ritenuta almeno sufficiente il voto assegnato alla prova video sarà sommato alla votazione parziale raggiunta il giorno dell’esame e sarà ufficialmente comunicato dal docente alla Federazione.

GUARDA SUBITO IL VIDEO CON CHE ILLUSTRA LE NUOVE MODALITÀ D'ESAME

Letto 118 volte

Lascia un commento

Verifica che tutti i dati nei campi con (*) siano inseriti. Non è permesso l'inserimento di codice HTML.