Lunedì, 15 November 2021 10:08

Il terzo settore per le palestre e i centri di danza: può essere una opportunità?

Scritto da Redazione
Vota questo articolo
(1 Vote)

Da quando si parla della riforma del III settore in molti, nel mondo delle associazioni, hanno iniziato a chiedersi se questa riforma avrebbe riguardato in modo palese anche il mondo dello sport e della danza. Tutto era (ed in parte è ancora) abbastanza sfumato ma ogni ragionamento veniva rinviato in quanto mancavano ancora troppi tasselli. Ora con l’avvicinarsi della realizzazione del RUNTS (Registro Unico Nazionale Terzo Settore) prevista per il 23 Novembre, sono sempre più le realtà che cercano di capirne le potenzialità e le eventuali opportunità. La trasformazione in APS (Associazioni di Promozione Sociale) o in altri enti del III settore previsti dalla riforma richiede la conoscenza delle finalità e delle differenze.

FIF e IDA hanno deciso di rivolgersi ad un esperto come l’avv. Guido Martinelli che da sempre è attento alle dinamiche sia del mondo sportivo che di quello associazionistico in genere. Il fine è quello di avere almeno delle linee guida per capire, all’interno delle singole situazioni, se aderendo a questa riforma ci sono opportunità migliorative rispetto alle ASD e SSD.

Per cercare di ottenere maggiori chiarimenti sulle nuove normative e dirimere dubbi sulla nuova riforma del terzo settore vi diamo appuntamento

MARTEDÌ 23 NOVEMBRE ALLE ORE 10.00
in diretta live sulla pagina Facebook di FIF

La diretta è accessibile a tutti e sarà possibile porgere le proprie domande nella sezione commenti

L’incontro verrà registrato e pubblicato su www.fif.it

Per qualsiasi informazione contattaci allo 0544 34124 o scrivi a

Lascia un commento

Verifica che tutti i dati nei campi con (*) siano inseriti. Non è permesso l'inserimento di codice HTML.