L'intervista: Mac Carolina, personal trainer e youtuber di successo

Scritto da Redazione

UN INCONTRO A TU PER TU CON CAROLINA ARDIZZOIA: DALLA SUA INFANZIA ALL’INCONTRO CON LA FEDERAZIONE, FINO AL SUCCESSO CHE LA ANNOVERA TRA LE INFLUENCER FITNESS PIÙ IMPORTANTI DEL PANORAMA ITALIANO.

Carolina è una personal trainer specializzata in allenamento al femminile, studentessa di scienze motorie e atleta pro certificata WBF. Nel 2015 ha aperto il suo canale You Tube - Mad Carolina - e in questi ultimi anni per la sua crescita professionale ha scelto i corsi on line della FIF Academy. In questa intervista ci racconta le sue passioni, le sue esperienze professionali, le sue vittorie personali e i progetti futuri.

Quando inizia la tua avventura nel mondo del fitness?
Sono sempre stata una persona attiva, fin da piccola ho avuto la fortuna di passare i miei pomeriggi dai nonni materni in campagna, immersa nella natura tra gli animali e in pieno movimento; Ho giocato per svariati anni a tennis ma devo dire che il vero amore è arrivato con la sala pesi, una passione nata intorno al 2014 in seguito ad un periodo nero chiamato anoressia. Quando avevo 18 anni iniziai a vedermi diversa, di punto in bianco non mi piacevo più e quindi decisi di mettermi a dieta anche se non ne avevo realmente bisogno, tutto iniziò con una dieta presa da un giornale: «come perdere 4 kg in un mese». Detto fatto! Persi i famigerati 4 kg ma purtroppo non mi fermai, iniziai a tagliare sempre più le calorie e aumentai drasticamente l'attività cardio: la ricetta perfetta per un vero e proprio disastro. Rimasi in amenorrea per quasi 2 anni e non fu facile tornare ad un equilibrio psicofisico. La palestra è stata la mia migliore amica, un modo per perdermi e ritrovarmi, per riscoprire il mio corpo, amarlo e imparare ad alimentarlo nella maniera corretta, perché se volevo spingere con i pesi avevo bisogno di benzina, così facendo diventai forte sia dentro che fuori e dal 2015 condivido sui social (YouTube e Instagram) non solo i miei progressi ma anche le mie giornate tipo e i miei allenamenti.

Come definiresti la tua esperienza come atleta pro WBFF?
Un'esperienza indimenticabile che sicuramente mi piacerebbe ripetere quando avrò la possibilità di dedicarmici al 100%. Una gara non è una cosa da tutti e nemmeno una cosa da fare se già si è carichi di impegni, bisogna avere la «testa» giusta e l'atteggiamento giusto; io volevo brillare su quel palco e il sogno era proprio quello di diventare un'atleta pro, inutile dire sia stata una grande soddisfazione personale e una vera carica di emozioni!

Come nasce l’incontro con la FIF Academy?
Nel mio lavoro la curiosità deve essere la linfa vitale per continuare a crescere come personal trainer ma per imparare cose nuove bisogna affidarsi alle migliori fonti ed è per questo motivo che ho scelto la Federazione Italiana Fitness come mezzo per aggiornarmi seguendo i corsi on line comodamente in modo da poter continuare i miei progetti lavorativi e di studio nella massima organizzazione ed efficienza.

In che modo i corsi fif hanno influenzato la tua crescita professionale?
Tantissimo, quest'anno ho seguito due corsi, sempre nella formula e-learning, che mi hanno insegnato moltissimo: Bodyweight Training e Pilates matwork. Il primo, l’allenamento a corpo libero, penso sia un percorso di base utile non solo per i personal trainer ma anche per un pubblico amatoriale che decide di allenarsi in maniera autodidatta e vuole conoscere e approfondire quelle che sono le basi dell'allenamento. Il secondo, ovvero il Pilates, mi sta dando grandi soddisfazioni a livello di equilibrio posturale e di concentrazione nell'eseguire i movimenti del corpo.

3 motivi per i quali consiglieresti ai tuoi followers di seguire i corsi FIF
Primo fra tutti la professionalità da parte degli insegnanti e dei tutor, con contenuti on line più che completi e ricchi di approfondimenti; in secondo luogo la possibilità di potersi organizzare lo studio nel migliore dei modi dato che si può scegliere tra diverse date per sostenere gli esami finali ed ultima ragione, ma non per importanza, la serietà della federazione stessa.

Elenca 5 elementi fondamentali per diventare un PT e youtuber di successo.
È difficile rispondere a questa domanda perché non credo esista una vera e propria ricetta per il successo ma sono comunque lusingata nel rispondervi e quindi cercherò di stilare una lista di elementi che reputo essenziali.

1. La passione: senza quella non si va da nessuna parte, è un po’ come quando una persona vuole diventare ricca o famosa ma non si sofferma sul suo operato; se ci metti passione e impegno il lavoro esce meglio e se esce meglio sarà sicuramente più apprezzato.
2. La costanza: non basta pubblicare due foto o un video ed aspettarsi una vagonata di followers dall'oggi al domani, come non è sufficiente conseguire un singolo corso per reputarsi dei personal trainer eccellenti, bisogna essere costanti, curiosi e desiderosi di imparare.
3. Evitare il confronto: siamo costantemente bombardati da immagini che potrebbero farci sentire «inferiori» o «diversi» rispetto ad altri, la colpa non è dei social ma nostra. A volte non sappiamo distinguere la differenza tra una banale foto postata sui social e un percorso, ci troviamo nel periodo storico del «tutto e subito» senza però pensare ai sacrifici, la dedizione e l'impegno che sta dietro ad una persona di successo. Anche a me è capitato in passato di sentirmi «meno» ma ho imparato ad accogliere queste sensazioni sotto forma di ammirazione e motivazione per fare meglio!
4. Lavorare sodo e studiare quanto più possibile: questo vale per ogni settore e ogni obiettivo; tutte le persone di successo che ho avuto modo di conoscere sono tutte persone che si sono date da fare e hanno lavorato molto cercando di migliorarsi giorno dopo giorno.
5. Credere in te stesso: quasi tutti mi hanno dato della matta quando ho lasciato economia per dedicarmi al fitness ma ora posso solo dire grazie alle mie convinzioni e alla mia forza di volontà!

Perché hai scelto di rivolgere i tuoi allenamenti esclusivamente ad un pubblico femminile?
Facile, l'80% delle persone che mi segue sono donne e penso di aver costruito qualcosa di davvero speciale con loro negli anni. Da donna, so quali siano i desideri e le esigenze di un corpo femminile e soprattutto non voglio che altre donne compiano gli stessi errori che ho commesso io in passato.

Quali sono le caratteristiche del tuo programma di allenamento “mad body system”?
Per tantissimi anni, le donne hanno impostato i propri workout prediligendo esclusivamente i macchinari cardio e l’attività aerobica in generale. Allenamenti in cui si suda tanto e “se” si utilizzano i pesi, questi ultimi sono pesi piuma o come li chiamo io: “i pesi da Barbie”! Solo che se vogliamo essere toniche come Barbie, dobbiamo stravolgere i nostri allenamenti ed uscire dalla mentalità:
“pesi = divento grossa e tozza”.
La verità sta nel mezzo e non esistono segreti o pozioni magiche; per questo motivo il mio metodo di allenamento è dedicato ad un lavoro di tonificazione per un buon 70-80% e può essere svolto non solo in palestra ma anche a casa con la giusta attrezzatura e soprattutto seguendo il giusto metodo.

Secondo la tua esperienza sul campo cosa impedisce maggiormente alle donne di raggiungere gli obiettivi? E in che modo riesci a motivarle?
Il fattore tempo. Come dicevo prima, spesso e volentieri si getta la spugna quando si è ad un passo dai primi traguardi, proprio perché vorremmo vederci subito come desideriamo nel nostro immaginario: con i fianchi così, l'addome cosà ecc... quando perdiamo o prendiamo peso, soprattutto ad inizio percorso, non dobbiamo esaltarci o buttarci giù se non sappiamo realmente quello che sta succedendo all’interno del nostro corpo. Se mettiamo su una bilancia 1 kg di grasso e su un’altra 1 kg di muscoli, certamente la bilancia segnerà lo stesso peso ma le due masse occuperanno spazi ben diversi! Purtroppo, per questo motivo, molte donne si scoraggiano e gettano la spugna all’inizio di un percorso fitness, ma si sa che un percorso affinché dia i suoi frutti, deve essere costante e richiede tempo e fatica. La loro motivazione non deve essere il numero che segna la bilancia, piuttosto la soddisfazione nel riuscire a seguire un programma con costanza e dire «anche oggi ce l'ho fatta!». Io ad esempio non mi peso quasi mai, non do importanza ai numeri e preferisco di gran lunga piacermi allo specchio. Bisogna imparare ad amarsi sempre, non solo per arrivare in forma alla prova costume ma per piacersi nel quotidiano e soprattutto in totale equilibrio.

Come si svolge una tua tipica giornata da influencer e PT?
Sveglia alle 8,00 con una sana colazione e poi esco per una passeggiata con il mio Pepe. Le prime ore della giornata le passo lontane dai social e da qualsiasi altra piattaforma social, preferisco concentrarmi su studio e lavoro per sfruttare le mie energie e la mia concentrazione al meglio. Verso le 12,30 pranzo e subito dopo mi dedico a tutto ciò che riguarda l'altra parte del mio lavoro: pubblicazioni social, rispondo alle varie mail, call di lavoro, ecc. A metà pomeriggio mi fermo per uno snack ed esco di nuovo per una passeggiata, faccio rientrare così i miei 10mila passi giornalieri per mantenermi attiva nonostante un lavoro che mi tiene parecchio alla scrivania. Alle 17,00 stacco e lascio in stand by tutto quello a cui stavo lavorando/studiando perché per una libera professionista come me, senza un vero e proprio ufficio fisso, è importantissimo darsi degli orari da rispettare e mantenere una certa routine. Nel tardo pomeriggio mi alleno, spesso testo nuove schede per Mad Body System e poi... relax! Per me la sera è condivisione, raccontare a tavola della propria giornata, un bel film o un buon libro e una tisana calda. Questo dal lunedì al venerdì, il weekend per me è amici e famiglia.

Quali progetti hai in cantiere per il tuo futuro?
Sono un vulcano di idee, ho tanti progetti in ballo ma sicuramente oltre a quello di migliorare sempre più il Mad Body System c'è la voglia e l'intenzione di organizzare un bell'evento dal vivo con la mia
Mad-Family, non vedo l'ora!

Letto 397 volte Utima modifica effettuata Mercoledì, 12 January 2022 10:04

Lascia un commento

Verifica che tutti i dati nei campi con (*) siano inseriti. Non è permesso l'inserimento di codice HTML.