Stefania Giuliani in questo video ci mostra il detensionamento e lo stretching della LINEA SUPERFICIALE POSTERIORE tramite l’utilizzo del ROLLER.

1) MUSCOLI ISCHIOCRURALI che flettono il ginocchio ed estendono l’anca. Spesso eccessivamente retratti, determinano un accorciamento della linea superficiale posteriore.
2) MUSCOLO ERETTORE DEL RACHIDE che estende e flette lateralmente la colonna, contribuendo al mantenimento delle sue curve fisiologiche.

Questo è solo un breve esempio, di tutto quello che si andrà ad approfondire nel corso per istruttore di STRETCH&ROLL, che riguarderà:
• la flessibilità,
• lo stretching,
• le catene muscolari,
• i trigger point,
• i meridiani miofasciali.⁣⁣

 

Non dimenticare poi che sempre a NAPOLI il 25-26 APRILE 2020 terremo la PILATES&YOGA Evolution con Elisabetta Cinelli, Rita Valbonesi, Massimo Alampi e Donato De Bartolomeo.
Qui il link per informazioni e iscrizioni https://www.fif.it/index.php/pilates-e-yoga-evolution?type=18-CPF-00-000269
Iscriviti subito, entro il 10 marzo le quote sono scontate!!!


PER LA TUA FORMAZIONE ABBIAMO SELEZIONATO QUESTI CORSI: 

 

 

 

 

 

Pubblicato in Fitness news
Mercoledì, 14 November 2018 11:47

Il foam roller e i suoi benefici

I foam roller sono rotoli di gomma, liscia o levigata, sempre più utilizzati non solo nella fisioterapia ma anche da sportivi, atleti e frequentatori del fitness, sia per migliorare l’elasticità muscolare, preparando i muscoli allo sforzo atletico, che per accelerare il recupero dopo lo sforzo di un’attività sportiva.

Se lo stretching, soprattutto statico, non serve a migliorare le prestazioni sportive, la conferma della utilità dell’uso dei foam roller come strumento di riscaldamento e preparazione per un allenamento giunge da uno studio di Mike Ross, fisiologo del Gottlieb Center for Fitness della Loyola University:

“Basta pensare ai muscoli come a un fascio di fili: se c’è un nodo, allungarli significa stringerlo ulteriormente, mentre quello che serve è distenderlo. Questo è esattamente quello che permettono di fare i foam roller, distendendo la muscolatura e riducendo il rischio di infortuni”.

Ecco alcuni consigli di Mike Ross su come usare un foam roller:
Idratarsi prima di fare gli esercizi con il foam roller: con dei liquidi in corpo la pratica del foam rolling migliora anche l’idratazione dei tessuti.
– Prima è bene incrementare la circolazione del sangue vascolarizzando con 5’ di attività motoria i distretti muscolari affaticati con esercizi a corpo libero. I foam roller possono essere usati sia prima che dopo l’attività fisica. Nel loro specifico utilizzo in fase di riscaldamento fungono da preattivatori offrendo il vantaggio di aumentare la circolazione del sangue nei tessuti muscolari.
– Far rotolare il corpo in tutte le direzioni sul foam roller assecondando il senso in cui si sviluppano le fibre muscolari: ci sono fasce longitudinali, fasce latitudinali e fasce trasversali.
Non usare i foam roller in corrispondenza delle articolazioni. Ad esempio massaggiare prima i polpacci e succesivamente i muscoli della coscia, senza passare direttamente sull’articolazione del ginocchio.
– Nel caso di dolori muscolari o piccole contratture, fermarsi nel punto esatto in cui si avverte dolore permettendo al peso del corpo di premere sul foam roller per sciogliere il muscolo in quella specifica porzione. In ogni caso occorre scivolare lentamente sul foam roller.
Usarlo tutti i giorni: il foam roller può essere usato anche a casa.

 


PER LA TUA FORMAZIONE ABBIAMO SELEZIONATO QUESTO CORSO: 

STRETCH & ROLL

 

acquista ora

   
 

 

   
 

 

   
 

 

Pubblicato in Fitness news
51.254.197.122